Tag

,

Se avessi incontrato l’Onorevole Santanchè

di Silvia Mei

Se oggi, a Roma, da Piazza della Repubblica a Piazza Navona, avessi incontrato l’Onorevole Santanchè sarei stata felice per Lei. Ma, ovviamente, dell’onorevole non c’era traccia ed è per questo che provo a descrivere quello che ho visto io, nell’illusione che, tramite i miei occhi , l’onorevole possa attingere alla sensazione di speranza, di fraterna partecipazione, di civile sostegno umanitario ad una causa che vorremmo osare chiamare possibile. Io ho visto uomini e donne con la bandiera della pace.

Di quella di Hamas nenanche l’ombra! Ho visto famiglie, con bambini al seguito, che dimostrano che il valore della pace si può imparare da piccoli. Ho visto giovani studenti con la voce roca per aver urlato l’idea della libertà per tutti i popoli, quasi ad interrompere quel silenzio incivile ed immorale di tante nazioni “unite”! Ho visto ebrei desiderosi di convivenza pacifica con il popolo palestinese! Ho visto i turisti, invasi all’improvviso da un corteo pacifico, spostare l’attenzione dalle opere d’arte allo sventolio delle bandiere palestinesi e dell’organizzazione umanitaria Freedoom Flottilla. Ho visto cittadini arricchiti dal valore della “partecipazione” come espressione della politica pulita! Ed infine ho visto quelli come me, risvegliati da un sonno incosciente a causa di un ragazzo, Vittorio Arrigoni, che all’improvviso ci ha scosso nel cuore! Quelli che nell’adagio di Vik , “Restiamo Umani” , troveranno una spinta per cambiare in meglio. Grazie Vik!

Sono un terrorista

di Marta Proserpio
Sì da oggi lo sono e ne vado fiera.
Sono una terrorista perchè ho sostenuto la manifestazione per la Freedom Flotilla con il cuore.
Sono una terrorista perchè credo che di Vittorio Arrigoni ce ne vorrebbero a milioni in questo mondo.E che i semi che ha gettato vadano annaffiati con cura.
Sono una terrorista perchè stamattina ho accolto con piacere la notizia che gli attivisti a bordo del convoglio CO.R.UM. Restiamo Umani sono arrivati a Gaza e ho pregato per loro.
Sono una sovversiva perchè credo che per tornare ad essere umani vi sia bisogno di rivoluzionare il modo di ragionare.
E sono pure comunista perchè penso che sia al di fuori da ogni logica che pochi possano possedere mezzo paese mentre altri non arrivano nemmeno a metà settimana.
Sono pure radical chic perchè credo che noi donne dovremmo “stare in piazza”in maniera permanente,che il nostro tempo è adesso e che saremo noi con la nostra voce a cambiare la storia di questo paese.
Sono pure una brigatista perchè sostengo Ilda Boccassini e tutto il pool e li ringrazio ogni giorno perchè hanno scoperchiato il cancro dell’Italia.E forse un giorno per questo cancro si troverà la cura giusta.
Sono tutto ciò che il presidente del consiglio del mio paese vorrebbe che non fossi ma citando Alda Merini non sono e non sarò mai una donna addomesticabile.
Sono una donna come tante,come tutte quelle con cui condivido ogni giorno un pezzo di strada….delle donne terroriste le cui uniche armi sono i pensieri che nessuno potrà mai comprare.

http://www.popoloviola.org