E’ un esperienza unica leggere la dignità negli occhi dei bambini. Soprattutto in quelli che hanno sofferto.

E’ un’ emozione ineguagliabile che ti fa riprendere contatto con il mondo.

Questo è quello che mi è successo con Rahma,una splendida bimba di 4 anni di cui abbiamo raccontato la vicenda alcune settimane fa nel blog (https://donneviola.wordpress.com/2011/07/05/rahma/)

Questa domenica grazie alla mia amica Lorella che si sta occupando di questa situazione ho potuto farle visita ed è stato uno di quei viaggi da cui una persona non può più tornare indietro.

Conoscere Rahma, passare un po’ di tempo con lei mi ha fatto comprendere come spesso io per prima a volte mi perda a lottare e combattere per cose che non hanno una grande importanza.

Rahma ogni giorno lotta con la vita,con la possibilità di avere l’esistenza che più si merita. Dai suoi occhi non cala mai il sorriso e il suo affetto è gratuito.

Rahma ti da e non chiede nulla in cambio, Rahma semplicemente sprigiona amore..quell’amore che solo chi ha sofferto veramente riesce a trasmettere senza remore.

Dovremmo imparare da questi bambini che non hanno vergogna a stringerti in un abbraccio sincero e a urlare a squarciagola il tuo nome da un balcone mentre te ne stai per andare.

Dovremmo forse imparare a non reprimerci sempre e far uscire più spesso quel sorriso che è dentro di noi,che non costa nulla ma che può rendere la vita più lieta.

Dovremmo imparare forse che è inutile rincorrere la vita,che a volte basta fermarsi e apprezzarne il sapore.

Rahma in poche ore mi ha trasmesso tutto questo..le persone che ho incontrato nella vita mi hanno accompagnato sulla strada dell’evoluzione … Rahma con il suo sorriso ha provocato in me una dolce rivoluzione.

Marta Proserpio