Tag

, , , ,

“Dopo i cartoni animati che lo scorso anno hanno preso il posto delle immagini dei profili di tanti amici su Facebook, quest’anno si riaffaccia sul social network una nuova iniziativa: Un libro nel profilo in difesa dei Diritti dell’ Infanzia”

http://www.letteratu.it/2011/11/18/letteratu-per-i-diritti-dellinfanzia-e-delladolescenza/

E il mio l’ho scelto senza esitazioni, senza dovermi fermare a riflettere.

Un libro letto almeno dieci volte che ha lasciato un segno indelebile nella mia vita e che credo in parte ne abbia tracciato il percorso.

Un libro intitolato Piccole Donne.

Quanto ho amato Jo.  Quante volte mi sono rinchiusa in soffitta con lei a perdermi nelle pagine di un libro.

Quante volte mi sono preoccupata per Meg, quante volte ho avuto paura a staccarmi da lei.

Quante volte mi sono sentita inadeguata come Jo, a volte quasi fuori posto. Un po’ controcorrente, un po’ maschiaccio, un po’ troppo testarda.

Ogni parola, ogni emozione provata da Jo io la sentivo come fosse mia.

Per questo spesso ho provato il desiderio di riaprire quel libro e rituffarmi in lei.

Quanto ho amato queste donne, così piccole ma così grandi d’animo.

Dalla mamma capofamiglia a tutti gli effetti, alle figlie così responsabili.

Quanto mi sono ritrovata in questa unione fra donne basate solo sul sentimento.

Un’unione così forte dà far superare tutte le intemperie, da far sentire la vita bella anche quando non lo è.

Un’ unione speciale tra madre e figlie ma che ricalca alla perfezione l’unione che si può vivere tra amiche.

Quell’unione che nulla chiede ma che da tanto.

Un sentimento che quando nasce non si può più spegnere; che ho sentito forte nella mia vita e che mi ha permesso di andare avanti anche quando avrei voluto spegnere la luce.

Piccole Donne come Jo e le sue sorelle. Piccole Donne che se si uniscono diventano un insieme infinito di sentimento.

Quel sentimento unico, raro, eccezionale che genera entusiasmo e che rende la vita una strada in discesa in mezzo a tante salite.

Oggi quando voglio trovare le Piccole Donne mi tuffo nella mia vita. Le guardo e le vedo così immense nella loro umanità.

Marta