Tag

, ,

Per Babbo Natale
Via della stella Polare, 1
POLO NORD

Caro Babbo Natale
come stai?
E’ tanto che non ti scrivo,  consapevole del mio essere stata per alcuni decenni un po’ pestifera e di non aver meritato per questo i doni sotto l’albero.

Infatti per anni ho rinunciato ad avere la casa di Barbie e il Dolce forno; non ho chiesto caramelle nè dolci di pan di zucchero;  le mie amichette avevano cellulari con tecnologie avanzate ed io lo stesso cellulare per anni, loro portavano vestiti firmati e scarpe all’ultima moda ed io i miei jeans e le mie clarck!

Mai un lamento o scontento!

Pestifera come ero,  era giusto fosse così!

Poi sono cresciuta ed ho capito che essere tanto irrequieta non mi avrebbe aiutato ed ho ascoltato i miei genitori, i quali sorpresi, sono andati in giro per chiese e santuari a ringraziare santi e madonne!
Mi ero messa in riga, si dice così,  no? 
Ho studiato, mi sono impegnata ed ho iniziato a lavorare!

Che soddisfazione Babbo Natale il mio stipendio e la mia prima busta paga!

Da perfetta lavoratrice sono anche diventata una brava contribuente e non ho mai evaso il fisco versando fino all’ultimo soldino dovuto!

Avevo un po’ di soldini ma ora non ci sono piu’ perchè ho comprato una casetta o meglio un piccolo e dignitoso appartamento che poi con fatica ho reso carino e accogliente!

Uscivo la mattina per recarmi al lavoro e tornavo la sera soddisfatta!

Scusa per il largo anticipo con il quale ti invio la mia letterina ma non voglio doni e forse ti chiederai il perchè di questa premessa!

Te lo spiego in due parole! Anzi quattro!

Sono ancora in punizione? Non ti sei accorto che sono diventata brava?


Se ti sei reso conto di questo mio cambiamento allora spiegami, carissimo Babbo Natale,  perchè,  nonostante il mio non chiedere doni, tu mi punisca regalandomi il Mario Monti Super Risiko!

Io non ho la play station e non posso giocare contro le sue manovre, non posso contrastare un Pd che giocherà con lui solo perchè non ha la faccia di un clown e starà dalla sua parte e non con me, non posso difendermi dalle nazioni straniere ben piu’ equipaggiate e che usano le loro monete come panzer per schiacciare le mie armate e non sono riuscita a costruire neanche una banca per schiacciare le nazioni europee in difficoltà!

Neanche nel mio territorio posso qualcosa con le mie armate!

Come posso io convincere i miei connazionali a combattere quando su di loro si e’ abbattuta una mazzata epocale?

Anziani senza piu’ soldi e giovani senza lavoro!

Cosa gli prometto? Come li porto a combattere in trincea? Intanto in questo tremendo Risko anche le case vengono abbattute da una miciadiale arma,  l’ICI e se contro di noi si schiarano anche i comuni ci sarà un’altra arma che si chia IMU!

Noi non abbiamo scampo!


Ma ti rendi conto di cosa hai combinato?
Al Super Mario, quando l’hai programmato, dovevi suggerire di punire coloro che avevano rubato in questi lunghi anni!

Gli dovevi dire che il carbone lo meritavano loro! Dovevi far portare a tutti quelli cattivi una bella Patrimoniale che colpisse case, navi, aerei, depositi aurei ben nascosti!

Invece lui, furbo furbo, serio serio , ci ha tirato una mazzata dalla quale neanche tra un anno ci riprenderemo!

Poi piangono? e per cosa? 


Non sono mica loro che dopo una vita di lavoro vanno rincorrendo il sospirato riposo!
Mica sono loro quelli schiacciati dall’impossibilità di vivere e dalla rabbia che sale ogni giorno dettata dalla disperazione!

Mica sono loro quelli costretti a vendere la casa perchè una banca cattiva li manda sul lastrico!

Mica sono loro che non possono comprare giochi per i figli!

E poi al danno anche la beffa!
Si la beffa che si cela nelle parole di un tipino che fa parte di un esercito di puri che parla a noi di sacrifici e di lotte, quando il suo esercito le uniche battaglie che ha portato avanti sono state quelle per accumulare beni e soldi e terreni e case.
Scusami Caro Babbo Natale ma credo tu sia stato un po’ distratto in questo periodo ed ecco il macello che ci sovrasta!
Io non voglio il gioco del Mario Monti Super Risiko e non ho voglia di giocare in una gara dove e’ già scritto chi vince!
Riprenditi il tuo gioco per cortesia e lasciami solo un Cicciobello che parla e canta!
Grazie.

Ti voglio bene.

Nina!

PS. Dimenticavo di dirti di non cercare l’albero di Natale quando arrivi nella mia piccola casa!

Sempre lo stesso da anni non ha retto piu’ perchè ridotto al solo tronco ed anche le palle che lo decoravano sono andate tutte rotte!