Tag

, , ,

Il vero Nord è di poche parole.

Preferisce i fatti.

Non si perde dietro frasi ad effetto, non scende in piazza per offendere le persone. Scende in piazza quando sente che è il momento di cambiare le cose.

Non di certo per lamentarsi di come va il mondo.

Il vero Nord è fatto di donne che arrivano alla pensione con tanti anni di sacrifici sulle spalle.

Ci arrivano con le mani rovinate e le caviglie gonfie.

E’ fatto di donne che non vanno in pensione approffitando di una legge sbagliata.

Il vero Nord è fatto di ragazzi che arrivano da famiglie che hanno insegnato loro cosa significa fare la gavetta.

Non prendono stipendi da 12.000 euro al mese solo perchè “figli di“.

Il vero Nord è formato da imprenditori che lavorano fianco a fianco dei propri operai.

Il vero Nord fa fatica ad aprire la porta della propria casa, ma non lascia sulla strada il proprio fratello.

Il vero Nord non è incattivito.

Il vero Nord non si rassegna.

Il vero Nord non sputa contro i suoi fratelli e poi va a far fruttare i propri soldi nei loro paesi di origine.

Il vero Nord non ha paura del diverso. Diffidente per natura, quando apre il cuore è per sempre.

Questo per me è il vero Nord, il territorio dove sono nata e cresciuta.

Dove mi è stato insegnato ad impegnarmi sempre anche quando sembra che non valga la pena.


Dove mi è stato trasmesso che quello che fai non lo fai solo per te.

Dove ho visto tanta gente giusta lavorare dietro le quinte e costruire il futuro di tante persone.

Quindi ai Pseudo-Padani voglio dire solo una cosa:

Quando parlate perfavore non fatelo in mio nome.

Voi volete uccidere il Nord con la vostra ignoranza.

Noi il Nord lo vogliamo far vivere attraverso gli insegnamenti dei nostri padri, che non sono mai potuti andare a Roma, ma che sono mille miglia lontano da voi.

Marta